Sei in: Lavorazione

Lavorazione

Puntellato

Puntellatura

Insieme alla bocciardatura è tra le più antiche lavorazioni ad urto, la puntellatura, eseguita a mano seguendo metodologie tradizionali, esalta la tessitura del materiale. Si presta molto per rivestimenti di facciate, rivestimenti di scalinate e, grazie all'esaltazione naturale della colorazione è molto indicata per l'arredo urbano.

Rigato

Rigatura

La luce laterale o radente è la migliore condizione per apprezzare la successione di solchi affiancati, eseguiti a mezzo di dischi diamantati o da un'ampia gamma di utensili a profilo variabile. Impiegata soprattutto per le pavimentazioni esterne, la rigatura è particolarmente indicata per i materiali di tonalità uniforme e dalla grana fine.

Anticato

Anticatura

L'anticatura è un tipo di finitura "rustica" molto apprezzata che, riproduce un preciso effetto estetico. L'irregolarità dei bordi e delle superfici rimanda all'azione del tempo, al consumo provocato dall'uso, all'illusione della lavorazione manuale, più che all'ipotetico stato naturale della materia. L'anticatura si ottiene con buratti, macchine che utilizzano miscele acquose leggermente abrasive e che consumano i pezzi per rotolamento, urto e altri movimenti meccanici. I residui stessi dei pezzi lasciati in circolo contribuiscono  all'usura artificiale. L'utilizzo si presta al rivestimento bordo piscina, viottoli e in generale all'arredo urbano.

Bocciardato

Bocciardatura


Tra le più antiche lavorazioni ad urto, la bocciardatura esalta la tessitura del materiale, cui conferisce un aspetto rustico, scolpito e in rilievo. A livello cromatico la bocciardatura tende ad annullare difformità e variazioni. Eseguibile su molti tipi di roccia, si presta per realizzare manufatti esterni, come scale, cordoli, pavimentazioni, grazie anche alla ridotta scivolosità delle superfici di calpestio.

Tale finitura non è eseguibile sui bordi del piano che rimangono lisci. Si esegue a mezzo della bocciarda, un martello a fitte punte piramidali, atto a scolpire la superficie sottostante. Questa percussione sottopone i materiali ad un notevole stress e richiede spessori maggiori per sopportare le sollecitazioni superficiali.La bocciardatura non è indicata per i graniti, sia perché provoca lo sfaldamento dei cristalli, sia per la scassa resa estetica.